fbpx
Italia
info@giannicuscito.it

Adesso ti dico dove trovare i soldi.

Adesso ti dico dove trovare i soldi.

Vuoi sapere dove trovare i soldi per fare crescere la tua impresa?

Bene, stai leggendo il post giusto!

Partiamo dalla genesi di questo post: visito circa 200 aziende all’anno e mi trovo spesso ad affrontare l’argomento della limitata disponibilità di budget.

Diciamo che devo fare lo slalom tra le varie obiezioni dell’interlocutore e non sempre riesco a farmi dire come stanno le cose.

Non è bello dire che non ci sono soldi da investire o meglio che non c’è mai stata in azienda la cultura dell’investimento per lo sviluppo. Inizia così il giro largo di dubbi e obiezioni che portano la trattativa a tempi biblici, fino a quando, di fronte ad una proposta di contratto , ritraggono la penna e mi dicono.

“Non ce la faccio a finanziare questo progetto, devo prima aumentare le vendite e poi ne parliamo”

Ed io: “scusa, ma il progetto serve proprio a questo.”

“Ehm lo so. Se vuoi, ti pago il doppio di provvigioni. Lavoraci tu sullo sviluppo e quando avrai trovato delle vendite, ti pago il doppio.”

E’ questa la parte che mi piace di più della trattativa: mi fermo, lo guardo dritto negli occhi e molto spesso non devo neanche parlare. Lo capisce subito che “ci ha provato”.

Quando sono costretto a parlare devo chiedere subito come stanno le cose in azienda.

Se si tratta di un limite culturale?

“Hai sempre affidato lo sviluppo solo agli uomini? 

Non hai un sistema di vendita?

Ti sei sempre affidato solo ad agenti esterni, magari plurimandatari? 

Cosa hai fatto fino ad oggi per aiutarli a vendere? 

Credi che debbano fare tutto da soli?”

Dopo la sequenza di domande e silenzi, ho solo una possibilità: lascio un buon libro da leggere in attesa che maturi la Consapevolezza.

(Una copia de Il mito del Fattore “C” in OMAGGIO puoi averla anche tu CLICCANDO QUI)

Se il limite è il budget inizio a esaminare quale è la strada migliore da percorrere per “trovare il soldi”.

Iniziamo questo check-up:

“Quanto vale la tua vendita media?”

“Quanti clienti attivi hai?”

“Quanto clienti sono di fascia A (lo sai, vero, cos’è la classificazione ABC)?”

“Quanto compra un cliente in tre anni?”

“Fai vendite ricorrenti? Oppure vendi un impianto con annessi dei servizi negli anni seguenti?”

Facciamo esempi pratici:

Vendi software gestionale e la tua fornitura è di circa 50.000 euro, se aumenti del 3% diventa 51.500.

Vendi Olio extra vergine Biologico e un pallet da 20cart./12 bt. lo vendi a 3600 euro, se aumenti del 3% diventa 3708.

Adesso ti chiedo “Quanti clienti pensi di perdere se aumenti i prezzi del 3%? E se fosse il 5%?”

Insomma, stai per fare la gara del “Valore”, non del prezzo.

La gara del prezzo è persa per tutti, già in partenza”.

Dai, non farmi scrivere cose banali.

Portiamoci al livello sucessivo:

Non puoi alzare i prezzi perchè sei al limite? Perché il tuo settore è altamente competitivo e non riesci a trasferire un posizionamento differenziante della tua azienda che possa valorizzare il tuo prodotto?

Beh, diciamo che potrei elegantemente dirti che questo è possibile e se mi scrivi, possiamo accordarci per fare un check-up gratuito della tua azienda. 

Ma voglio darti di più!

Voglio dirti dove trovare i soldi per fare sviluppo anche se non puoi alzare i prezzi.

Produci?

Fai regolarmente ricerca in azienda (nuove ricette, nuovi formati, nuovi processi produttivi)

Insomma ogni anno spendi tanti soldi per queste voci e lo fai perché è necessario per competere.

L’innovazione è il motore dei migliori e tu sei tra i migliori.

Ma per questo voci di spesa, stai utilizzando il credito di imposta?

Lo sai che puoi investire in ricerca per un importo di svariati milioni di euro e con i benefici di tipo fiscale previsti dalla legge, puoi portare il beneficio dal 50%  all’80%?

Per la prima volta hai la grande opportunità per pagare meno tasse e spostare preziose risorse allo sviluppo e la crescita della tua impresa.

Non voglio tediarti spiegando quali sono le voci su cui puoi applicare il credito di imposta, ma di sicuro avrai che tu in azienda del personale qualificato dedicato alla ricerca; di sicuro avrai comprato attrezzature finalizzate a tale scopo, e certamente vuoi lanciarti sul mercato con quella idea che hai dovuto tenere nel cassetto per mancanza di budget.

E’ giunta l’ora! Hai i soldi per farlo e li usi ogni mese per pagare gli F24!

Devi solo decidere di spostarli per fare innovazione e potrai far ripartire la tua azienda a tutto Gas.

A meno che non ti piaccia pagare le tasse, e allora mi chiedo:

Perché hai letto questo post?

Se vuoi conoscere come funziona il credito di imposta e vuoi conoscere un laboratorio autorizzato alla ricerca, scrivi “Interessante” nei commenti.

Se vuoi avere una copia OMAGGIO del libro “ Il Mito del Fattore “C”clicca qui.

Ti devo solo chiedere l’ultima cosa, prima di lasciarti alle tue incombenze.

Condividi quest post

Tags:

2 risposte

  1. Angelo ha detto:

    Ciao, questo è un modo molto intelligente di approcciare. Grazie del tuo prezioso contributo.

Rispondi

CHIUDI
CHIUDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Ti richiamo entro 48 secondi