fbpx
Italia
info@giannicuscito.it

La rivoluzione E-commerce.

Vuoi aumentare le vendite? Contattami.

La rivoluzione E-commerce.

Che sia in atto una rivoluzione del mondo retail è sotto gli occhi di tutti.

Tutti noi, abbiamo imparato a usare lo smartphone o computer per valutare i prodotti e in molti casi facciamo shopping non solo per ragioni di prezzo ma soprattutto per ragioni di comodità.

La consegna a casa fa molto comodo e fa risparmiare tempo; questo valore è apprezzato da tutti ed è uno dei motivi di successo dell’e-commerce.

Aspettare 24/36 ore (a Milano poche ore) per veder materializzare il prodotto dietro la porta di casa è molto meglio che spendere ore nel traffico alla ricerca di una soluzione.

Non voglio tediarti con discorsi scontati e letti più volte, preferisco concentrarmi sull’elemento che sta dietro gli e-commerce, l’organizzazione logistica, il marketing,  l’azienda.

E’ indubbio che il mercato dell’e-commerce sia dominato da due big player che si dividono un grossa fetta del Business: Amazon ed Alibaba.

Per esempio, Amazon in Italia ha raggiunto una quota di mercato del 50% del totale degli acquisti E-commerce del mercato italiano.

Vorrei qui soffermarmi su  ALIBABA.

Cominciamo dal claim :

“Make it easy to do business anywhere”

“Rendi facile fare affari ovunque”.

 Adesso capiamo cosa intende per  “Facile” ed “Ovunque”.

Alibaba non è un’azienda unica ma una costellazione di aziende ed un ecosistema coerente e finalizzato a servire i diversi canali di business B2B, B2C e C2C (si proprio cosi, Consumatori verso Consumatori).

Alibaba è il portale più conosciuto perché opera su tutto il mondo, ma ci sono altri portali dedicati al mercato interno Cinese che sono la via “digital” per servire un mercato di 750 milioni di cinesi connessi.

I numeri saranno impressionanti, preparati!

+ di 550 Miliardi di dollari di giro d’affari dichiarato 

+ di 12 milioni di aziende iscritte al portale 

+ di 650 milioni di consumatori serviti

55 milioni di pacchi consegnati OGNI GIORNO

Se pensiamo all’ambizioso traguardo dei  50 milioni di pacchi nell’ANNO di Poste Italiane, capisci bene la portata di quello di cui sto scrivendo.

L’80% degli acquisti avviene da smartphone e sullo stesso smartphone si chiude la transazione di pagamento senza mai utilizzare il denaro contante.

Alipay in Cina è più famoso delle banconote e consente di poter pagare praticamente tutto, anche il panino nei numerosi banchetti di street-food.

Solo l’11-11 (single day), la data stabilita per fare le offerte promozionali  “tutto in 24 ore” ha raggiunto dei risuttati incredibili.

Rischio di farti cascare, quindi ti invito a sederti.

Lo scorso 11 Novembre 2018 in un solo giorno sono state vendute merci per 

30,8 miliardi di dollari;

contro i 25 miliardi del 2017.

In Italia, il fatturato complessivo dell’ E-commerce  è pari a  35 Miliardi all’anno.

Il dato più interessante per chi si occupa di  logistica è il numero di pacchi che è stato gestito in un solo giorno.

840 MILIONI DI PACCHI IN UN  SOLO GIORNO. 

lo riscrivo per conferma

840 Milioni di pacchi in un solo giorno; hai capito bene!

Sono stati capaci di aumentare di oltre 40 volte la loro capacità produttiva.

Hanno spedito in un solo giorno, quello che normalmente fanno in 40/50 giorni.

Cosa significa questo?

Semplice: Che sono capaci di farlo e che possono spingersi fino ad 1 miliardi di pacchi al giorno.

Ecco cosa penso:

Jack-ma ha la capacità logistica per soddisfare una crescita della sua azienda fino a 40-50 volte tanto e per fare questo ha bisogno di tre cose:

Tempo, Clienti e Prodotti da offrire.

La visione di Jack-ma e dei suoi 18 soci iniziali è divenuta una realtà unica nel panorama mondiale e la stessa Amazon è presente dentro al portale Alibaba nel territorio Cinese.

Alibaba ha compreso che non ci sarà una totale transizione dal modello tradizionale, fatto di negozi fisici, ad un modello totalmente digitale ed E-commerce.

Piuttosto è realistico pensare alla digitalizzazione spinta e completa dei punti di vendita fisici e per questo sta spingendo sul programma di apertura di oltre 30.0000 punti vendita fisici.

Per ora sta sviluppando la rete di negozi nelle remote città della sua amata Cina, in attesa di  invadere il resto del mondo. 

I Cinesi, hanno iniziato a colonizzare  il mondo non solo con i ristoranti e i negozi di cianfrusaglie e avanzi di produzione ma anche con una strategia chiara.

L’ innovazione e completa integrazione con gli strumenti digitali sta dando lavoro ad oltre 10 milioni di persone e ha permesso la fondazione di  oltre 12 milioni di nuove aziende.

Chi apre un C2C, dopo un pò di tempo apre anche la sua piccola attività ed anche  uno dei tanti negozi online (800 al giorno).

Basta sono esausto!

Con tutti questi numeri ti ho sicuramente ubriacato.

Se sei ancora sobrio e vuoi commentare questo numeri, mi fa molto piacere, attendo un tuo contatto.

Facile e ovunque, come si fa?

L’azione di acquisto da uno smartphone è facile per un utente; dietro ci sono sofisticati sistemi tecnologici a supporto di questa “facilità”.

Alibaba  ha messi in campo sistemi  evoluti ed in grado di auto-apprendere il gradimento dell’utente.

Facile deve essere il sistema di pagamento ed Alibaba ha invaso il mercato con ALIPAY.

Facile deve essere il sistema di monitoraggio delle consegne ed Alibaba ha portali di tracciabilità semplici da consultare.

Facile deve essere il sistema di gestione dei clienti e Alibaba ha il completo controllo delle comunicazioni e del gradimento degli acquisti verso tutti i fornitori presenti nel portale.

Insomma Alibaba ha costruito il suo successo sulla reputazione di “garante delle transazioni” tra i vari attori.

Il pagamento non viene trasmesso al fornitore fino a che il cliente non ha dichiarato la sua soddisfazione.

Insomma, il “METODO” di Alibaba è un misto di eccellenza organizzativa intriso di Marketing ed Efficienza Logistica.

Dovremmo imparare da questo ragazzo cinese (si è ritirato a 52 anni) che non ha mai inseguito il denaro come fine ma ha il sogno ben chiaro da inseguire.

Il sogno di Alibaba è di condurre la rivoluzione del retail in corso.

Si vabbe’ Gianni, e noi in tutto questo che facciamo?

Alibaba ha bisogno di TEMPO, PRODOTTI e CLIENTI.

Il tempo non lo gestiamo noi.

Possiamo essere attori passivi e fare solo la parte dei clienti.

Possiamo mettere a disposizione i tanti prodotti eccellenti italiani.

Insomma, la Cina sarà pure la fabbrica del mondo ma non ha a disposizione gli Italiani che producono.

Gli Italiani sono degli ottimi produttori, negli anni 80 hanno invaso il mondo  grazie alle politiche monetarie a favore.

Gli Italiani di successo degli anni 80 hanno pensato che per vendere bastasse essere competitivi sul prezzo e non hanno investito in marketing, in branding, in  reputazione, in creazione di una community di seguaci del brand.

Insomma hanno investito poco sul “processo di vendita” e hanno costruito “capannoni”, comprato “macchinari” ed hanno pensato ad abbattere i costi di produzione.

Anziché pensare a come vendere a prezzi più alti, hanno pensato a come risparmiare sui costi.

La rivoluzione in atto è un buon momento per riflettere sul ruolo che puoi avere in questo scenario.

Decidi tu se fare il cliente o il fornitore.  

Comunque vada farai parte della #VENDITA e considera non puoi fare a meno del #MARKETING e della #LOGISTICA per essere efficiente ed efficace.

Scarica Ebook in OMAGGIO #PerVendere CLICCA QUI

Tags: , , ,

Rispondi

CHIUDI
CHIUDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Ti richiamo entro 48 secondi