fbpx
Italia
info@giannicuscito.it

Come valutare un nuovo mandato di vendita

Vuoi aumentare le vendite? Contattami.

Come valutare un nuovo mandato di vendita

-Diario di un venditore in tempi di #Coronavirus

-Post 15

❌Come valutare un nuovo mandato di vendita❓❌

Ma che domande fai? E’ ovvio che scelgo chi mi fa guadagnare di più.🤷‍♂️

Bene!

Su questo punto siamo tutti d’accordo e oggettivamente è talmente banale che non valeva la pena scomodarti per leggere un post.

Eppure sono convinto che se stai leggendo questo post, può essere che tu abbia ancora qualche dubbio sul tema.

Proviamo a risolverlo insieme.

Partiamo subito!‼️

Prima di tutto quando si approccia alla ricerca di un nuovo mandato, in genere lo si fa perchè c’è una insoddisfazione della posizione occupata. Ma anche NO. 

Si cerca qualcosa di diverso, diversa azienda, diverso prodotto, diverso mercato.

Magari hai visto che intorno a te ci sono dei prodotti che si vendono di più (per es. in le mascherine e i sanificatori), oppure perchè il tuo amico ti ha raccontato che sta avendo un gran successo con la soluzione X.

Insomma, avrai i tuoi motivi e non li discuto affatto, voglio solo discutere in questo post cosa fare per valutare un nuovo mandato di vendita.

Hai mai pensato di tenere un approccio basato su tre (3) elementi fondamentali:

COSA vende l’azienda 

COME lo vende 

PERCHE’ lo vende

Si siamo alle solite, dirai, una nuova serie di inutili elenchi puntati senza fine.

NO!

Mi spiace deluderti, ma credo che sia fondamentale passare attraverso questa elementare valutazione.

COSA.

Tutte le aziende vendono qualcosa, vendono prodotti o servizi e già questo dovrebbe farti ragionare. 

Un prodotto può essere venduto in un modo diverso dal servizio e tu ne hai le capacità?

Hai analizzato le tue caratteristiche, hai verificato se hai l’apertura mentale a cimentarti con un servizio, visto che magari fino a ieri hai venduto solo prodotti?

Hai valutato quale valore aggiunto puoi portare all’azienda, con il tuo “saper fare”?

Non fermarti a guardare se il prodotto o il servizio è “di moda” in questo momento.

Devi prevedere quanto tempo ci metterai tu a entrare nel ritmo giusto per quel prodotto o servizio. 

Sei sicuro che basti il solo fatto che tu hai delle relazioni attive con potenziali clienti per farti avere successo con il nuovo prodotto?

Ah si, capisco tu hai fatto finta di guardare al prodotto ma di fatto quello che interessa è l’azienda mandante, la sua solidità, la sua dimensione, la sua notorietà.

Bene, allora hai fatto un passo in avanti. 

Analizza 

COME

l’azienda agisce per metterti in condizioni di vendere.

Non mi riferisco al rimborso spese o ancor peggio all’anticipo provvigioni.

Lo dico semplice semplice: Preferisci 500 euro al mese o preferisci 30 lead al mese?

Ti lascio due secondi per riflettere, fanno comodo 500 euro al mese, sono utili per mettere la benzina, sono utili per pagare la bolletta del telefono, ma che ci fai con 500 euro al mese in una mano e un bel catalogo patinato nell’altra?

Devi fare il postino, prima di fare il presentatore e poi il venditore.

Ti stanno dando 500 euro per fare tre lavori e tu guadagni solo da uno, tu sei nato #PerVendere non per volantinare il catalogo e cercare i clienti.✅

Questo è il vero limite della ricerca di un nuovo mandato di vendita, ti concentri sulla dimensione dell’azienda, ti concentri sulla reputazione dell’azienda e poi ti dimentichi di indagare sulla presenza di un sistema di marketing all’interno dell’azienda.

Attenzione non mi riferisco al fatto che l’azienda sia più o meno sensibile a investire in pubblicità, ma che questa pubblicità sia finalizzata alla produzione di contatti utili alla vendita. 

Quelli bravi la chiamano “Lead generation“; l’azienda che devi valutare deve credere fermamente in questo concetto:

❌Il VENDITORE CHIUDE CONTRATTI, NON CERCA CLIENTI❌

Sembrerebbe tutto a posto, ok?

Fin qui ci siamo capiti e credo di non averti rivelato il segreto del “Sacro Graal” della ricerca, ma c’è una cosa che voglio aggiungere.

Fossi in te, mi soffermerei a fare due chiacchiere con il BOSS dell’azienda davanti ad un caffè per chiedergli, 

Cosa ti ha spinto a creare l’azienda, quando sei partito?”

Che domanda? Anche lui è partito per fare soldi!

Lo pensi tu. E se lui, davvero ti dice così, ti consiglio di scappare via a gambe levate.

Se è un imprenditore VERO, a questo domanda, risponderà in questo modo.

Io ho aperto

PERCHE’

volevo aiutare le persone a raggiungere questo risultato, x,y,z.

Ti racconterà la sua aspirazione, ti racconterà la sua storia, ti racconterà la sua visione per il futuro.

Quello è un imprenditore da seguire a da aiutare in tutti modi.

Evidentemente devi comprendere il suo PERCHE’, devi sentirlo, e nel tempo imparerai a trasmetterlo anche tu con i tuoi modi, con la tua personalità, con i tuoi vocaboli.

Non pensare alla vendita pensando ai soldi e all’incasso; appena lo fai, si allontanano da te.

Cerca una fonte di ispirazione superiore e un PERCHE’ fare le cose, subito dopo lavora al massimo per farti facilitare COME vendere perchè solo in quel moda potrai proporre qualsiasi COSA.

Se non sei d’accordo ed hai speso il tuo tempo per leggere fino a qui, sono molto contento di sentire il tuo parere.

Diversamente, condividi questo post con un tuo collega.

Salva un Venditore che se lo merita.

Ci vediamo nel gruppo facebook #PerVendere

Rispondi

CHIUDI
CHIUDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Ti richiamo entro 48 secondi